Creare un sito con offerte di marketing per attirare visitatori

— Lascia un commento

Ora che abbiamo sviluppato una strategia per le parole chiave è che la nostra struttura è stata ottimizzata per i motori di ricerca, dobbiamo fare in modo di attirare più visitatori. Creare contenuti come articoli, ebook, file multimediali, etc. etc. è a mio parere la giusta strategia per attirare nuovi visitatori e/o potenziali clienti, al nostro  business online.

Molti strumenti a pagamento e gratuiti consentono di pubblicare facilmente contenuti online. I motori di ricerca premiano l’inserimento di nuovi contenuti e un blog può assolvere questa funzione in maniera egregia. Più si aggiungono contenuti freschi, più aumenta la possibilità di attirare nuovi visitatori al nostro business. Tra le piattaforme blog che ci permettono di aggiungere facilmente i contenuti al blog senza dover conoscere alcun codice Html e quindi senza dover attendere un webmaster per apportare modifiche, (sia se creo solo un blog, sia se creo un blog da affiancare al sito aziendale), io consiglio WordPress ed in seconda istanza Blogger.

Come bloggare da professionisti ?

Dobbiamo avere uno scopo, cioè sapere cosa vogliamo fare! Vogliamo dare informazioni rilevanti nel settore del nostro business al fine di cercare potenziali clienti ? Beh allora dobbiamo sapere che questa formazione che ci apprestiamo a fare, non è il nostro prodotto o servizio nello specifico, essa riguarderà i problemi comuni del settore, i problemi che affliggono i nostri potenziali clienti.
Bisogna pensare da giornalisti, toglierci di mente (almeno per ora …) il fatto che dobbiamo vendere un prodotto o promuovere un servizio, quando scriviamo, l’obiettivo dovrebbe essere quello di pubblicare articoli non promozionali che diano valore aggiunto all’informazione. Il lettore attraverso la nostra analisi deve poter reperire le informazioni che soddisfano il suo bisogno in maniera semplice e chiara come lo sarebbe ad esempio un’articolo su una rivista di settore. Se mi rivolgo ad una platea ampia e non di solo tecnici, pensiamo bene alle parole da utilizzare perché esse non devono rispecchiare un gergo molto specifico: è un processo simile alla strategia per le parole chiave, dobbiamo pensare come i nostri utenti riescano a recepire le informazioni che stiamo trattando.

“La qualità determina la propensione all’azione verso l’acquisto del visitatore”

 Blogging e lead generation cioè la capacità di trasformare gli utenti del sito in potenziali clienti

Fare del blogging professionistico ci aiuta ad attrarre traffico organico e coinvolgente per gli utenti, tuttavia, non dobbiamo mai dimenticarci che l’obiettivo principale è quello di portare l’utente a compiere un’azione per “convertirlo” da visitatore a cliente.
Per fare ciò, potremmo aggiungere ai nostri contenuti azioni CTA (call-to-action), in modo che questi contenuti vengano collegati a pagine di destinazione che consentano ulteriori azioni come ad esempio scaricare materiali di apprendimento tipo ebook. Tutto ciò a condizione che l’utente ci lasci qualcosa in cambio come ad esempio il nome e l’indirizzo email che poi noi utilizzeremo per la promozione di prodotti o servizi specifici.

Assicuriamoci allora di includere CTA sia nelle sidebar del nostro blog (barre laterali che ci consentono di organizzare le informazioni a cui si desidera accedere rapidamente), che su ogni singolo articolo che pubblicheremo. Ovviamente durante la progettazione delle CTA, dobbiamo assicurarci che esse siano in sintonia con il contenuto scritto nel post del blog. Se si è nel settore del benessere, potrò allegare al mio articolo un ebook di esercizi fisici, non uno di come sostituire la batteria della moto… :)
Inoltre, le offerte progettate per le CTA non devono essere selezionate in modo casuale, al contrario! Dovremmo analizzare i dati di marketing traendone considerazioni, ad esempio se un white paper su sistemi di bioenergie ha portato più contatti (leads) e vendite rispetto ad un webinar sullo stesso argomento, allora dovremmo concentrarci sulla scrittura e fornire più contenuti testuali.

In questo contesto, a ciclo di marketing chiuso, trovare le offerte più alte di conversione da sfruttare in modo appropriato, è un elemento essenziale.

Altri contenuti utilizzabili per la lead generation

Il contenuto del blog è un ottimo punto di partenza, ma non è l’unico tipo di contenuto che può essere realizzato per la creazione di contatti con il marketing su web. Potremmo fare ebooks, rapporti di ricerca, how-to video, webinar, presentazioni etc. etc..
Il fatto è che noi dobbiamo riuscire a realizzare uno scambio di informazioni nel ciclo di vendita: un processo in cui il visitatore compili un modulo lead generation per accedere alla risorsa che forniamo. Questo è il punto critico!

 Breve riassunto dei componenti base per scrivere bene un articolo del blog (vedere anche qui)

Creare un titolo convincente

Il titolo del nostro articolo del blog è la prima cosa che la gente vedrà, quindi dovrebbe indicare chiaramente ciò di cui tratta l’articolo stesso. Chiarezza e specificità indurranno i lettori a condividere il post tra i loro contatti. I titoli devono strizzare l’occhio ai motori di ricerca, ricordiamoci di includere una parola chiave del settore nel titolo a fini SEO.

Scriverlo bene e con il testo formattato

Il corpo del nostro articolo deve essere ben scritto e formattato in un modo che sia facile da leggere. Consideriamo l’utilizzo di tag di intestazione ed elenchi puntati per suddividere bene il contenuto in sezioni.

Aggiungere contenuti multimediali

Contenuti multimediali possono rendere l’articolo del blog più divertente da leggere e maggiormente memorizzabile. Inoltre contribuiscono anche a spezzare il testo per renderlo più gradevole alla vista. Cerchiamo di aggiungere almeno una immagine,  presentazioni di diapositive, video e info-grafica sono esempi di altri contenuti multimediali che si possono presentare.

Link

Includere text link a contenuti rilevanti, agevolando in tal modo i lettori e ricercare più a fondo le risorse a cui sono maggiormente interessati può essere un mezzo per generare più contatti, naturalmente, scegliere le pagine adatte aiuta, specialmente se sono interne 😉

Call-to-action

Ogni articolo del blog che si pubblica dovrebbe includere un’ invito all’azione per contribuire a rafforzare la generazione di contatti. Qui spiego come  fare

 

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o iscriviti al RSS feed per leggere direttamente nel tuo feed reader i prossimi post.

Francesco Zingone

Posts Google+

Nessun commento

parliamoci, finché siamo in vita, dopo non è detto che sia possibile ...

Lascia una risposta

*

Text formatting is available via select HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>